Vigevano, piazza ducale e castello Sforzesco, Bramante e Leonardo da Vinci 2019

Una volta partiti da Torino ci dirigiamo verso la Lombardia precisamente a Vigevano provincia di Pavia.
Perchè Vigevano? Perchè vale pena di visitare questa città di cui si parla poco, noi infatti siamo rimasti sbalorditi nella visita che abbiamo fatto accompagnati dalla guida “Madonna Chiara” vestita in abiti rinascimentali, bravissima e molto competente che ci ha fatto visitare le scuderie, la falconeria e le stanze di Beatrice d’Este (moglie di Ludovico il Moro) che sono state restituite al pubblico.
Il complesso monumentale costituito dalla Piazza Ducale e dal Castello Visconteo- Sforzesco, così come lo vediamo ancora oggi, è il risultato di lavori durati due secoli durante le dinastie milanesi dei Visconti e degli Sforza. In questo periodo Vigevano raggiunse il suo massimo splendore, divenendo residenza ducale e centro commerciale di notevole importanza. La città si è sviluppata a ”chiocciola” attorno al Castello che rappresenta uno dei complessi fortificati più grandi d’Europa. Il Castello di Vigevano è un tutt’uno con la Piazza Ducale che funge da regale atrio d’ingresso. Il primo nucleo risale all’età longobarda (VII-X secolo), mentre la sua trasformazione in residenza signorile si deve ai Visconti (in particolare a Luchino Visconti) e agli Sforza in particolare a Ludovico il Moro. Alla sua realizzazione contribuirono sicuramente artisti come Bramante e si pensa anche Leonardo. (il complesso del castello ospita anche il museo Leonardiana).


Arco d’ingresso nella fastosa Piazza Ducale di Vigevano


Particolare del Castello Sforzesco


La camminata collegava il castello alla falconeria


Particolare della facciata del castello


Madonnna Chiara, la nostra guida turistica


La strada coperta


Le scuderie


Anticamente interrata questa zona era il giardino pensile, La loggia delle dame, di Beatrice d’Este


Particolare della sala dei manoscritti del museo Leonardiana