11 magnifici Nerd Coffee Table Books che ho letto nel 2021

Una delle rubriche più fighe del canale YouTube di Itomi, fondatore di Lega Nerd per me é quella dedicata ai Nerd Coffee Tablet Books, libri illustrati di notevole valore tenuti generalmente su un tavolino a fruizione degli ospiti, nel nostro caso anche fumetti in versioni deluxe.

Ho pensato di suggerire anche io qualche bel volume nerd, andando a cercare tra quelli non ancora proposti da Itomi e ne sono usciti 10+1 tra quelli acquistati lo scorso anno. In realtà tra questi credo che Itomi ne abbia suggerito uno per cui stravedo anche io: La saga della Spada di Ghiaccio. Detto ciò buona lettura sperando che chi capiterà su queste pagine possa apprezzare i miei suggerimenti. May the force be with you!

Watchmen (di Alan Moore e Dave Gibbons – Panini Comics)
Watchmen è una miniserie a fumetti scritta dall’autore britannico Alan Moore e illustrata dal suo connazionale Dave Gibbons. È stata pubblicata in dodici albi mensili dalla statunitense DC Comics tra il 1986 e il 1987 e raccolta in volume unico nel 1987. La prima edizione italiana venne pubblicata come inserto della rivista Corto Maltese della Rizzoli tra il 1988 e il 1990, e nel 1993 seguì l’edizione in volume brossurato. Nel corso degli anni l’opera è stata edita in altre versioni fino alla più recente, quella che vi consiglio, della Panini Comics.
Tra i numerosi riconoscimenti ottenuti, Watchmen è a oggi l’unico fumetto ad aver vinto un premio Hugo e a essere inserito nella lista di Time dei cento migliori romanzi in lingua inglese dal 1923 a oggi.
L’opera è considerata un titolo di riferimento del fumetto mondiale: ha introdotto approcci e linguaggi nuovi, oltre a temi più maturi rispetto alla maggior parte delle storie a fumetti tradizionali pubblicate fino ad allora.

Tolkien: il creatore della Terra di Mezzo (di Catherine McIlwaine – Mondadori)
L’autrice è la curatrice dell’Archivio Tolkien alla Bodleian Library dell’Università di Oxford ma anche dell’esposizione che si è tenuta in quelle stanze nel 2018: Tolkien: Maker of Middle-Earth. Un’occasione preziosa per tutti gli appassionati e gli studiosi dell’opera tolkieniana di poter “entrare” in quel luogo rimasto per molti anni segreto ai più, ovvero quello che era ed è l’universo creativo e artistico di JRR Tolkien, il ricco catalogo è stato usato dalla curatrice della mostra per la realizzazione di questo libro.
Il professore era un uomo dai mille talenti: esperto linguista, filologo, studioso di letteratura e folclore, ovviamente grande scrittore e creatore di mondi. Ma era anche un abilissimo pittore e disegnatore. Lo testimoniano i ricchi materiali, in gran parte inediti, raccolti in questo volume: lettere, appunti, ma soprattutto illustrazioni, mappe, schizzi di luoghi e personaggi, che mostrano come abbia preso forma nell’immaginazione dello scrittore la Terra di Mezzo. Il volume è imprescindibile per ogni appassionato delle opere di Tolkien.

The Star Wars Archives 1977 – 1983 (di Paul Duncan – Taschen)
Vidi Guerre Stellari nel lontano ottobre 1977 e fu il film che mi introdusse all’universo nerd. Quando ero ragazzino mi chiedevo come potessero aver realizzato tutto questo., Lucas per far ciò ha creato Industrial Light & Magic e ha sviluppato tecnologie in grado di realizzare effetti speciali all’avanguardia, combinandole con tecniche di editing innovative e un audio amplificato per offrire al pubblico un’esperienza cinematografica e sensoriale unica.
Questo volumone, ben 620 pagine realizzate insieme a George Lucas e alla Lucasfilm, copre il making of della trilogia originale – Episodio IV: Una nuova speranza, Episodio V: L’impero colpisce ancora e Episodio VI: Il ritorno dello Jedi – e include un’intervista esclusiva con Lucas. Il libro è inoltre riccamente illustrato con pagine tratte dalla sceneggiatura, documenti di produzione, concept art, storyboard, fotografie scattate sul set, fotogrammi e poster.

La saga della Spada di Ghiaccio – Disney Golden Edition (di Massimo De Vita – Disney libri)
Dicembre 1982, avevo 11 anni ed ero un fedele lettore di Topolino, quello dove degli autentici maestri disney, quando nel numero di Natale 1411 che ancora possiedo, comparve una storia indimenticabile dal titolo Topolino e la Spada di Ghiaccio (tre puntate dal n. 1411 al n. 1413 del 12, 19 e 26 dicembre del 1982) autore dei disegni e anche della sceneggiatura il mio disegnatore Disney preferito il grande Massimo De Vita. Seguiranno una seconda storia nel 1983, una terza nel 1984 e una quarta nel 1993 a comporre quella che viene definita la Saga della spada di ghiaccio per scrivere la quale De Vita attinge direttamente al Signore degli anelli, alla La Spada di Shannara, al mondo di Star Wars e a tanto altro in un autentico turbinio di citazioni e trovate esilaranti che vedono questa volta Pippo nelle vesti di eroe senza macchia e senza paura.

The Art and Soul of Dune (di Tanya Lapointe Panini Comics)
L’artbook dedicato al film capolavoro di Denis Villenueve, una miniera di informazioni, dalla scelta del cast a tutti i criteri seguiti per dare un volto all’immaginazione dello scrittore Frank Herbert. Molto pomposamente si legge nella quarta di copertina: “Quando un grande regista si cimenta con il libro che ha fatto la storia della fantascienza, quello che nasce è leggenda”. Prefazione di Denis Villeneuve. Introduzione di Brian Herbert e Kevin J. Anderson il libro L’arte e l’anima di Dune è stato scritto da Tanya Lapointe, giornalista nonchè moglie del regista Denis Villeneuve che precedentemente ha firmato anche l’artbook di The art and soul of Blade 2049.

Hush. Batman. Ediz. deluxe (Panini Comics)
Batman è il mio supereroe preferito dopo Wolverine e ho letto molte sue storie dagli anni 90 ad oggi alcune veramente molto belle ma secondo me questa è la storia di Batman più coinvolgente mai scritta e disegnata, tutto è al top e difficilmente verrà eguagliata a breve, è praticamente perfetta, un capolavoro.
Un volume che raccoglie per intero la leggendaria saga, ormai un classico moderno, firmata da Jeph Loeb e Jim Lee. Batman si confronta con una delle sue più iconiche nemesi moderne: il misterioso Hush. Nelle strade di Gotham City, intanto, si affrontano gli amici e i nemici di sempre dell’Uomo Pipistrello. Il caso più difficile e pericoloso mai affrontato dal Cavaliere Oscuro. Sceneggiatura pazzesca di Loeb e un grandissimo Jim Lee in una storia che all’epoca rilanciò il personaggio di Batman.

Il libro di Star Trek. Strani nuovi mondi coraggiosamente raccontati  (di Paul Ruditis – Edizioni Lswr) Libro che risponde a tutte le domande dei veri appassionati, riassumendo oltre 50 anni di avventure con una ricca iconografia, con fotografie degli oggetti di scena, con citazioni e fermi immagine, per rivivere i momenti più emozionanti di quella che è ormai un punto ferma nell’immaginario nerd. La mia serie preferita è e rimarrà sempre The Net Generation per vari motivi ma grazie a questo volume ho potuto avere accesso a centinaia di informazioni su tutto il mondo di Star Trek. «Spazio, ultima frontiera. Eccovi i viaggi dell’astronave Enterprise durante la sua missione quinquennale, diretta all’esplorazione di strani, nuovi mondi, alla ricerca di altre forme di vita e di civiltà, fino ad arrivare là dove nessun uomo è mai giunto prima.»

Lo Hobbit. Schizzi e bozzetti (di Alan Lee – Bompiani)
Lo Hobbit ha sedotto intere generazioni di lettori. Io lo lessi nel 1984 nel tentativo di risolvere un adventure game sul mio C64, fu li che si accese il mio interesse. Una magia riaccesa sessant’anni più tardi, quando Alan Lee ha affrontato il compito di realizzarne un’edizione speciale illustrata. I suoi delicati disegni a matita, i suoi splendidi acquerelli hanno offerto agli occhi di un vasto pubblico la visione definitiva della Terra di Mezzo di R.R. Tolkien. Questo libro è un album con centinaia di schizzi e bozzetti preparatori che ricostruiscono l’evoluzione del progetto dalle prime idee al risultato finale. Racchiude inoltre un tesoro di nuovissime illustrazioni a colori e disegni realizzati per l’occasione. Le pagine del volume svelano i segreti della creatività di Alan Lee e tracciano un percorso emozionante nell’immaginazione dell’uomo che ha infuso nuova linfa nel mondo di Tolkien. Nel 2011 Alan Lee aveva pubblicato Il Signore degli anelli. Schizzi e bozzetti e John Howe nel 2018 Guida ai luoghi della Terra di Mezzo. Disegni da casa Baggins a Mordor entrambi meravigliose opere d’arte.

Wolverine: Origini, versione definitiva
(Panini Comics) Volume speciale pubblicato dalla Panini in edizione cartonata che presenta le origini di Wolverine. Paul Jenkins alla sceneggiatura e Andy Kubert ai disegni di Origini, un capolavoro ancora adesso insuperato che narra la nascita di uno dei più famosi mutanti della storia, Wolverine. Il volume comprende anche Origini 2, Kieron Gillen alla scrittura e Adam Kubert, fratello di Andy, alle matite. Ero già in possesso di una vecchia versione di Origini ma non avendo mai letto la 2 ho optato per l’acquisto. Edizione pazzesca, con sketch preparatori e tanto altro. Wolverine é il mio mutante preferito e questa edizione gli rende onore degnamente, quanto adoro poi i disegni di Andy Kubert.

Super Robot Files 1979-1982. L’età d’oro dei robot giapponesi nella storia degli anime e del collezionismo (Fabrizio Modina – Edizioni BD)
Super robot files-1979/1982 si concentra sulla sorprendente evoluzione dei giganti d’acciaio, che tra la fine di un decennio e l’inizio del successivo iniziano a crescere insieme al pubblico che li seguiva in televisione. Utilizzando ancora la formula di analisi testuale unita alla visualizzazione dei rari giocattoli e modellini da collezione, il volume entra nel vivo di un periodo di crescita del genere, dove sono evidenti gli ingressi sulla scena di giovani autori dell’animazione destinati a lasciare un segno indelebile per la qualità delle loro sceneggiature e disegni. Con il monumentale “Kido Senshi Gundam” in apertura, il capolavoro che ha definito un nuovo percorso della produzione di anime di fantascienza diventando un fenomeno di costume senza precedenti.

Come bonus vi propongo questo 11° volume riguardante la nascita dei videogiochi vista con gli occhi di un giovane Martin Amis autore di alcune delle opere più importanti e conosciute della letteratura postmoderna inglese.

L’invasione degli Space Invaders (di Martin Amis – I Libri di Isbn/Guidemoizzi)
Scrittore apprezzato da pubblico e critica, Martin Amis è anche un appassionato di videogiochi che in gioventù ha provato sulla sua pelle tutte le fasi della videodipendenza: dall’esaltazione per l’ultimo cabinato messo in circolazione, alla ricerca spasmodica della sala giochi più vicina, dall’autoisolamento, ai disturbi del sonno. E da questa esperienza che nasce “L’invasione degli Space Invaders”, un libro unico nel suo genere: una guida dettagliata ai videogiochi delle origini, ma anche un ritratto vivido e spietato della società dei primi anni ottanta, quando la tecnologia, l’informatica e la fascinazione per lo Spazio iniziano a mettere radici nella quotidianità delle persone, mentre i videogiochi finiscono addirittura per influenzare la politica internazionale; e soprattutto è il racconto profetico di un ragazzo la cui vita è stata rivoluzionata dall’avvento degli Invasori spaziali.

 

Lascia un commento